I giochi di strada

 Come giocavano i ragazzi a Lucera

(Cúme jucavene i uagliúne a Lucére)

 Ai nostri tempi (anni 50) i bambini si costruivano da soli i loro giochi con i materiali che erano a disposizione e la fantasia giocava un ruolo importante.

I giochi si facevano normalmente per strada o negli spazi lasciati liberi dalle costruzioni, c’era il piacere di far parte di un gruppo (d‘a croscke o d‘a bbande) e di mettersi sempre alla prova riuscendo a superare le molte difficoltà.

Molti giochi sono simili in tutta Italia, frutto di una comune tradizione, le regole diverse (in alcuni casi) sono dovute al diverso ambiente, alle diverse abitudini e alla trasmissione orale.

 I giochi di una volta

(I juche de ‘na vote) 

Cliccare sul titolo del Gioco o sulla Foto con il tasto sinistro del mouse per accedere al gioco

 

‘A BBANDÍRE

 

‘A CAMBANE

 

‘A CARRIJOLE

 

‘A CERBOTTANE E I CUPPETILLE

 

‘A FERCENÈLLE

 

‘A NACHE

 

‘A PARTETÈLLE DE PALLÓNE

 

‘A ZACAGGHJE

 

‘A ZÓCHE

 

A CAP’AMMUCCIÀ

 

ALLA LÚNE

 

A MAZZ’E PPIVEZE

 

‘A MORRE

 

A MOSCA CICHE

 

A NZOTTAMÚRE

 

A SQUACCIAMATÓNE

 

A TÚZZE

 

I GUÈRRE

 

I JUCATURE

 

I NÙZZELE

 

I PALLUCCE

 

I QUATTE CANDÚNE

 

I VRÈCCELE

 

REGGÍNA, REGGENÈLLE

 

SOPE U RUMUTALE

 

U CARRARMATE C’A ROCELE D’U CHETTÓNE

 

U CIRCHJE

 

U CUCUZZARE

 

U CURLE

 

U FUCÍLE DE LÉGNE

 

U GGIROTONDE

 

U MONOPATTENE

 

U PARAPALLE

 

U PULECENÈLLE DE CARTE

 

U SCKAFFE

 

U SÍNGHE O SPACCA CHIANGHÈTTE

 

U TELÈFENE CH’I CUCCETILLE

 

U TRAVE LUNGHE

 

VÚNE, DUJE, TRE STÈLLA

 

ZOMBA PILA PILA