‘A MORRE

Cliccare su questo pulsante Giochi di strada per tornare all’elenco dei Giochi di strada

 

 

‘A MORRE

‘A “MORRE” éje u júche che s’avéve ndevenà ‘a somme di díte ca i jucatúre facévene vedè.

Pe jucà a “MORRE” se furmavene squadre de duje, trè o quatte uagliúne.

I jucatúre se mettèvene faccèffrúnde e i prime duje (vúne pe ógne squadre) abbejavene a jucà.

Anzime, i duje jucatúre lucculavene (quase pe mètterse pavúre) nu nummere da vune a dice (da 1 a 10, ndialètte o struppijate cúme: VÚN’A PPEDÚNE pe dì duje, MORRE o BRRRRRRR pe dì dìce) tramende allungavene u vrazze, stennènne nu nummere de díte,.

U jucatóre che addevenave ‘a somme di díte se pigghiave u púnde, che tenéve a mmènde c’a mana storte.

Quanne tutt’e duje i jucatúre addevenavene u nnumere u púnde nne jéve a nissciúne.

Ndò júche a squadre, chi vengève ‘a mane, se scundrave che n’atu jucatóre da squadre cundrareje.

U júche fenéve quanne s’arrevave a u nnumere stabbelíte (ùnece o quìnece).

 

LA MORRA

La “MORRA” è un gioco dove si doveva indovinare la somma delle dita che i giocatori facevano vedere.

Per giocare a “MORRA” si formavano squadre di due, tre, quattro o più ragazzi.

I giocatori si mettevano uno di fronte all’altro e i primi due (uno per ogni squadra) iniziavano a giocare.

Insieme, i due giocatori gridavano (quasi per mettersi paura) un numero da uno a dieci (da 1 a 10, in dialetto o storpiato come: UNO CIASCUNO, per dire due, MORRA o BRRRRRRR per dire dieci) mentre allungavano il braccio, stendendo un numero di dita.

Il giocatore che indovinava la somma delle dita si prendeva il punto, che teneva a mente con sla mano sinistra.

Quando entrambi i giocatori indovinavano il numero, il punto non veniva assegnato.

Nel gioco a squadre, chi vinceva la mano, si scontrava con un altro giocatore della squadra avversaria.

Il gioco finiva quando si arrivava al numero stabilito di punti (undici o quindici).