A ’na certa dijetà èje megghje mesurà i bbuscije

Cliccare su questo pulsante Racconti -Novelle per tornare all’elenco dei Racconti – novelle

 

Nda nu pajese vevève n’ome anziane de 93 anne: Don Vecìnze, videve de quatte mugghjére.

Quist’ome tenéve a nnummenate de ésse na bbona vrachètte. Don Vecìnze tenéve ‘na bbona salute e ogne tre mise jéve da u mideche pe farese cundrullà.

Nu jurne u mideche ce dummannaje: “Don Vecì, cume ve sendite?”

“Maje state mègghje nda vita mije” respunnije u vecchiarille: “Ije ténghe na figghjole de 21 anne che m’abbade e mò éje nginde e quanne sgrave ije songhe n’ata vote padre”.

U mediche ce penzaje nu pucarille e decije: “Don Vecì si permettète v’agghja accundà nu fattarille. ‘Na vote, agghje canessciute nu cacciatore e quiste nu jurne asscije da casa de fureje e pegghjaje u mbrèlle mméce d’u fucile.

Quanne quiste stéve dinde o vosche, allassacrése, n’u lupe asscije d’arrète ‘a fratte.

Isse pegghjaje u mbrelle e u pundaje vèrse u nnemale. U sapite che succedije?”

“No”, ruspunnije u vecchiarille.

‘U lupe cadìje murte annanze a isse!”, decìje u mediche.

“Èje mbussìbbele” lucculaje Don Vicìnze. “Quacche avete à sparate o poste suje!”.

“Èje propete quille ca stènghe cercanne de spiègareve, Don Vecì!”, respunnije u mideche.

 

A UNA CERTA ETÀ È MEGLIO MISURARE LE BUGIE

In un paese viveva un uomo anziano di 93 anni: Don Vincenzo, vedovo di quattro mogli.

Quest’uomo era conosciuto perché le piacevano le donne. Don Vincenzo godeva di buona salute e ogni tre mesi andava dal medico per farsi controllare.

Un giorno il dottore gli chiese: “Don Vincenzo, come vi sentite?

Mai stato meglio in vita mia” rispose il vecchietto: “Io ho una giovane badante di 21 anni ed ora è incinta e quando partorirà io sarò un’altra volta padre”.

Il dottore ci pensò un attimo e disse: “Don Vincenzo se permettete vi devo raccontare una storiella. Una volta, ho conosciuto un cacciatore e questi un giorno uscì di casa di fretta e prese l’ombrello invece del fucile”.

Mentre il cacciatore era nel bosco, all’improvviso, un lupo uscì da una siepe.

Il cacciatore prese l’ombrello e lo puntò verso l’animale. Lo sapete cosa successe?

No”, rispose il vecchietto.

Il lupo cadde morto davanti ai suoi piedi”, disse il medico.

È impossibile”, grido Don Vincenzo. “Qualcuno ha sparato al posto suo!”.

È proprio quello che stò cercando di spiegarvi, Don Vincenzo”, rispose il medico.