A TUZZE

Cliccare su questo pulsante Giochi di strada per tornare all’elenco dei Giochi di strada

 

 

A TUZZE

Se facéve u cambètte mettènne i singhe pe ndèrre .

Se putèvene fà doje squadre furmate da “cavalle” e “cavalire” (mineme duje “cavalle” e duje “cavalire”) o “cavalle” e “cavalire” da sule, ognúne condre tutte quante l’àvete.

U “cavalire” se mettéve sópe i ríne d’u “cavalle” chi cosse n’u poche chjegate e chi denúcchje azzeccate e fianghe e allungave i vrazze, chiudénne i mane e i déte cúme n’u púneje.

U “cavalle”, chi vrazze, strengéve i cosse d’u ”cavalire”.

Quanne tutte quante èrene a poste se mettévene faccefronde, tutte affelarate e  accumenzave ‘a ggiostre: u “cavalire” pegghiave de mmíre n’atu “cavalire” e u ccumenzave a tuzzà c’u púneje, a isse e o “cavalle”.

U “cavalire” che venéve tuzzate pure isse cumbattéve fíne a quanne vúne di duje o tutt’e duje nen cadévene pe ndèrre o asscévene fóre d’u cambe.

‘Na squadre vengéve si riusscéve a fà cadè o fà asscì da u cambe u “cavalle” o u ”cavalire” o tutt’e duje d’a squadre cundrareje.

 

A SCONTRARSI

Si delineava il campo mettendo i segni per terra.

Si potevano fare due squadre formate da “cavallo” con “cavaliere” (minimo due “cavalli” e due “cavalieri”) o “cavallo” con “cavaliere” da soli, ognuno contro tutti quanti gli altri.

Il “cavaliere” si metteva sopra la schiena del “cavallo” con le gambe un po’ piegate e con le ginocchia aderenti i fianchi e allungava le braccia, chiudendo le mani e le dita come un pugno.

Il “cavallo”, con le braccia, stringeva le gambe del ”cavaliere”.

Quando tutti quanti erano a posto si mettevano di fronte, tutti in fila e iniziava la giostra: il “cavaliere” prendeva di mira un altro “cavaliere” e incominciava ad urtare con il pugno, sia lui che il “cavallo”.

Il “cavaliere” che veniva urtato rispondeva, a sua volta,  con altri urti, fino a quando uno dei due o tutti e due non cadevano per terra o uscivano fuori dal campo.

Una squadra vinceva se fosse riuscita a far cadere o far uscire dal campo tutti i “cavalli” o tutti i ”cavalieri” o entrambi della squadra avversaria.