Chiesa del S.S. Salvatore (XIV sec.)

La Chiesa del S.S. Salvatore (e Chiesa di S. Pasquale) è un’antica chiesa francescana con annesso convento. Sorge sul Monte Belvedere e fu edificata nel 1406 da fra Giovanni Vici da Stroncone, affinché rappresentasse un’oasi di preghiera per i viandanti. L’edificio sorse sulle fondamenta di una Chiesa a sua volta costruita sui resti di un antichissimo tempio romano. La storia ci racconta che fra Giovanni Vici da Stroncone si recasse spesso tra le rovine di vecchi castelli ed antichi palazzi abbandonati, alla ricerca di qualcosa che potesse abbellire il convento. E tra i ruderi di Castel Fiorentino vi trovò due lastre in pietra, che una volta formavano la mensa di Federico II. Riuscì a trasportarle a Lucera dove furono utilizzate come altari maggiori nella Cattedrale e nella chiesa del S.S. Salvatore. Morì e fu sepolto nel convento dove oggi riposano i suoi resti mortali murati in un pilastro in fondo alla navata laterale sinistra. All’interno della Chiesa è possibile ammirare l’altare di S. Pasquale Baylon e un polittico dorato in cui è inquadrata un’ampia tavola dell’Immacolata, probabilmente di Pietro Marchesi (sec. XVII) (da Luoghi di Culto di LUCERA.IT). 

 

Cliccare su questo pulsante LE CHIESE per tornare all’elenco delle Chiese

(PER INGRANDIRE, CLICCARE SULL’IMMAGINE CON IL TASTO SINISTRO DEL MOUSE)