I FÈMMENE DE LUCÉRE

Cliccare su questo pulsante  Poesie di Michele (Lino) Montanaro per tornare all’indice

MICHELE (LINO) MONTANARO

I FÈMMENE DE LUCÉRE

Vogghje ddedecà nu penzíre e’ fèmmene de Lucére,

i prime che me vvenéne a mmènde sò i mugghjere.

Quánne sò zzite tènene mizze vrázze e mèzza lènghe,

dà maretàte tènene sètte vrázze e sètte lènghe

 

Se c’è fánne ngazzà i vularrémme sèmbe cagnà,

ma po’ t’accurge che nen ce stà ninde da guàdagnà.

Vonne sckitte cumannà, ma si nn’i víde a àse àse,

quánda paturneje stáce sùbbete nd’a càse.

 

Po’ ce stánne i mámme luceríne che sò cúm’e madonne,

cind’e ttánde è u bbène che vónne che te zeffonne.

Sò i cchjù bbèlle addaveramènde e uàje a chi ci tocche,

e prim’angóre de nnumenarle te ssciacquà ‘a vocche.

 

Lóre so’ nu ggiujèlle che nen nze pote cupejá,

sò ‘na cose che c’u stámbe nen nze pote ffá.

E si  pinze e rrepinze sèmbe o’ stèsse fátte,

l’è capíte mò che de ‘na sánde sò u retrátte?

 

Sínd’a mmè tu diche chiáre e ttúnne,

púje púre ggerà mizze o tutte u  múnne.

Fèmmene de n’ata manére cúm’e quiste,

de secúre tu nen l’aje máje viste.

 

Nzomme sínd’a mmè quánne te vúje nzurà,

sckitte ‘na fèmmene de Lucére te pigghjà.

E se nge críde ngricche púre u capecúlle,

mìtte scárpe comede e ppíde a mmúlle.

 

LE DONNE DI LUCERA

Voglio dedicare un pensiero alle donne di Lucera,

le prime che mi vengono in mente sono le mogli.

Da fidanzate si risparmiano e parlano poco,

da sposate sono molto laboriose ma anche tanto linguacciute.

 

Quando ci fanno arrabbiare le vorremmo sempre cambiare,

ma poi ti accorgi che non c’è niente da guadagnare.

Vogliono solo comandare, ma non ci sono appena appena,

quanta malinconia c’è subito in casa.

 

Poi ci sono le mamme lucerine che sono come madonne,

è così tanto i bene che ti vogliono che quasi ti distrugge.

Sono veramente le più belle e guai a chi ce le tocca,

e ancor prima di citarle devi sciacquarti la bocca.

 

Loro sono un gioiello che non si può taroccare,

sono qualcosa che con lo stampo non si possono fare.

E se pensi e ripensi sempre alla stessa cosa,

lo hai capito finalmente che di una santa sono il ritratto?

 

Ascoltami te lo dico chiaro e tondo,

puoi girare mezzo o tutto il mondo.

Donne con tante qualità come queste,

sicuramente tu non le hai mai viste.
Adesso amico spero che hai capito che se ti vuoi sposare,

solo una donna lucerina ti devi pigliare.

E sei rimani scettico allunga pure il collo,

metti scarpe comode e immergi i piedi nell’acqua