U REPASSATORE

Cliccare su questo pulsante  Poesie di Costantino Catapano per tornare all’indice

 

  

 

COSTANTINO CATAPANO

U repassatore

Vune lasse e n’àvete pigghie,

nenn’i ‘mborte a chi sò figghie;

i mègghie-mègghie si và capànne,

pe isse, èje u timbe da metènne.

Quanta figghie de mamme ha repassate!

ma, se angappe na fèmmena truttate,

s’abbuscke mamme che tutte tàte,

e pure u riste da bon’annate.

 

Il vagheggino

Cambia donne in continuazione,

non gli importa di chi sono figlie;

sceglie le migliori,

per lui è il tempo per mietere.

Quante ragazze ha preso in giro!

ma se incappa in una donna che sa il fatto suo,

ne sopporterà le conseguenze

ed anche il resto